Fiammetta, ottava giornata, ottava storia

Durante la ottava giornata, Fiammetta decide di raccontare una storia corta ed allegra. La storia si svolge a Siena tra due giovani, Spinelloccio Taveno e Zeppa di Mino, di famiglie rispettate tuttavia comune. Spinelloccio e Zeppa erano vicini nel quartiere di Camollia. I due giovani si amavano come fratelli ed erano entrambi sposati con due donne molto belle. Siccome Spinelloccio trascorreva molto tempo nella casa di Zeppa, anche quando Zeppa non c’era, si innamorò della moglie di Zeppa ed incomincio ad avere relazioni con lei.

 

Una mattina, Spinelloccio andò a trovare la moglie di Zeppa, non sapendo che egli era ancora a casa. Vedendo i due che si abbracciavano, Zeppa capì immediatamente cosa stava accadendo ma decise di rimanere nascosto ed incominciò a pensare come poteva vendicarsi. Dopo che Spinelloccio fosse andato via, Zeppa andò a trovare sua moglie che era ancora nella loro camera aggiustandosi i vestiti. Una volta capendo che Zeppa sapeva ciò che era accaduto, la moglie lo prega di perdonarla e Zeppa le dice che se vuole che la perdoni deve fare tutto ciò che gli dice, e disse “Io voglio che tu dichi a Spinelloccio che domattina in su l’ora della terza egli trovi qualche cagione di partirsi da me e venirsene qui a te; e quando egli ci sarà, io tornerò e tu mi senti, così il fa entrare in questa cassa e serracela dentro; poi, quando questo fatto avrai, e io ti dirò il rimanente che a fare avrai; e di far questo non aver dottanza niuna, che io ti prometto che io non gli farò male alcuno.” E cosi fece la moglie di Zeppa.

 

Il prossimo giorno, quando Spinelloccio e la moglie di Zeppa avevano appena entrato nella camera, Zeppa ritorna a casa e la moglie fa finta di avere paura e convince a Spinelloccio di entrare nella cassa dove lei lo rinchiude. Poi scende a mentre si preparano a cenare quando Zeppa dice che siccome Spinelloccio non cenerà a casa (la scusa che gli aveva dato per andare a trovare sua moglie), dovevano invitare a la moglie di Spinelloccio perché lei mangi con loro. Quando arriva la moglie di Spinelloccio, Zeppa la porta nella camera da letto dove le racconta tutto ciò che aveva scoperto tra Spinelloccio e la sua moglie. Zeppa le dice che siccome vuole molto bene a Spinelloccio, vuole solo avere relazioni con lei come Spinelloccio aveva avuto relazioni con la sua moglie. E conclude dicendo che le regalerà un gioiello bellissimo. La moglie di Spinelloccio lo crede e dice che va bene solo se può assicurare che la sua moglie non si arrabbierà come lei non si era arrabbiata avendo scoperto ciò che aveva fatto Spinelloccio. Cosi i due ebbero relazioni sulla cassa dove era rinchiuso Spinelloccio.

 

Dopo che avevano goduto i loro corpi abbastanza, la moglie di Spinelloccio chiede dov’è il gioiello che le aveva promesso. Spinelloccio risponde aprendo la cassa. Spinelloccio e la sua moglie si vergognavano molto ma quando entra la moglie di Zeppa e capisce ciò che è accaduto, non si arrabbia ed invece dice ridendo : “Madonna voi m’avete renduto pan per focaccia” cioè dicendo che le aveva fatto la stessa cosa.  Cosi la storia conclude con Zeppa e Spinelloccio decidendo di condividere anche le loro mogli come hanno già condiviso tutt’altro.

 

Analizzando questa storia, si potrebbe fare una critica femminista sul fatto che Zeppa e Spinelloccio trattano le loro mogli come oggetti che si possono condividere. Comunque, trovo che questa storia a elementi molto più rispettabili che altre storie del Decameron. Per esempio, la moglie di Zeppa decide di avere relazioni con Spinelloccio prima che qualsiasi altra cosa accada tra Zeppa e Spinelloccio e le loro mogli. Cosi, la prima relazione e una a base di consenso. Anche se, una volta scoprendo la relazione entro sua moglie e Spinelloccio, Zeppa minaccia a la moglie di Spinelloccio con ciò che accadrà se lei decide di non avere relazioni con lui, si dimostra sempre che l’atto entro Zeppa e la moglie di Spinelloccio è anche a base di consenso. Cosi detto, anche se Zeppa minaccia a la sua moglie e la moglie di Spinelloccio, ed anche se i due giovani trattano le loro donne come oggetti che si possono condividere, le relazioni romantiche accadono a base di consenso che non c’è in molte altre storie del Decameron, per esempio quella di Catella durante la terza giornata.

 

Questa storia è anche molto interessante considerando come le prostitute vengono trattate. In generale, a tutte le donne che hanno sesso in cambio per denaro o regali accade qualcosa sfortunato. Invece, in questa novella, la moglie di Spinelloccio decide di avere relazioni con Zeppa solo dopo Zeppa le promette un gioiello molto prezioso. Qui, il gioiello è Spinelloccio e in questo modo, la moglie di Spinelloccio viene vergognata anche se non gli accade niente di sfortunato. Secondo me questo è perché lei non riceve ne denaro ne gioielli per avere avuto relazioni con Zeppa.

Annunci
Published in: on 19 aprile 2016 at 16:58  Lascia un commento  

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: