Elissa: Settima Giornata, Terza Novella

La novella di Elissa della settima giornata si tratta di un frate Rinaldo che convince madonna Agnesa di dormire con lui. Madonna Agnesa pensa che sia un peccato dormire con il padrino del suo figlio ma il frate Rinaldo ragiona che siccome lui non è consanguineo con il figlio, non c’è nessun problema. Allora la madonna e il frate si stanno godendo quando il marito torna a casa e la madonna mente che il frate, al posto di lui, era venuto in fretta per pregare e salvare loro figlio che stava per morire. Mentre madonna Agnesa sta parlando con suo marito, frate Rinaldo che si sta rivestendo ascolta tutte le parole della madonna e le prende come istruzioni.  Anche il compagno del frate ascolta le “istruzioni” indirette della madonna e va con la serva della casa a pregare per la salute del figlio. Con tutta questa scena svolta senza intoppi, il marito crede tutto e ringrazia il frate per aver guarito il figlio mentre era fuori.

La settima giornata è piena delle storie con istruzioni indirette come quelle di madonna Agnesa, come nella prima novella, Monna Tessa usa gli incantesimi come istruzioni indirette al suo amante per fargli sapere che il marito era nella stanza, o nella seconda novella, Peronella da istruzioni a suo marito per “pulire la botte,” ma in realtà sta dando istruzioni a Giannello per come toccarla. L’uso delle istruzioni in questa giornata è più complesso in confronto all’uso delle istruzioni nelle giornate precedenti. In questa giornata, le istruzioni non sono ovviamente istruzioni – sono parole con doppi-sensi. Invece, nelle altre giornate, le istruzioni erano chiaramente istruzioni, come per esempio quando Antigono da istruzioni a Alatiel per conservare la sua verginità o quando lo Zima risponde a se stesso, fingendo di essere la moglie di Francesco Vergellesi. Magari è un messaggio da Boccaccio che come lettori, dobbiamo essere attenti ai doppi-sensi presenti nella letteratura.

Il tema del padrino è anche molto importante in questa giornata. Come Dioneo dimostra nella sua novella che dormire con il padrino di suo figlio non è un peccato, Boccaccio tocca un tabù fondamentale  — visto che lo spirito santo o San Giuseppe è il padrino di Gesù, e loro hanno ingravidato la vergine Maria con Gesù, perché non è giusto per i padrini di dormire con la madre del figlioccio? In più, Boccaccio critica il sistema di falsa parentela della chiesa che si riferisce ai preti come “padri” o “frati.” Anche se la chiesa vuole creare una comunità famigliare tra la gente, magari il sistema dà ai preti troppo accesso alle emozioni dei seguaci della chiesa e gli permette di approfittare la gente.

La nostra discussione in classe sul ruolo del padrino mi ha fatto anche pensare nel discorso di Platone sulla mimesi, in cui Platone spiega che il sole è come la verità o il messaggio di Dio, ma essendo umani, non è possibile guardare il sole direttamente senza un mediatore, come per esempio un paio di occhiali da sole. Se lo santo spirito è il padrino di Gesù e se lo santo spirito è rappresentato come una colomba che porta alla vergine Maria il verbo da Dio (allora più o meno un corriere), il padrino funziona come gli occhiali da sole che chiarisce il messaggio del padre. Se mettiamo questo discorso del padrino nei termini della letteratura e l’autore è il padre del suo libro, Boccaccio può essere un tipo di padrino per il libro di Galeotto. Allora le novelle in difesa del padrino possono essere in realtà un’autodifesa per la letteratura di Boccaccio.

Annunci
Published in: on 18 aprile 2016 at 11:39  Lascia un commento  

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: