Neifile~Quarta Giornata~Ottava Novella

Image Link

La quarta giornata è sotto il Re di Filostrato in cui lui sceglie come tema le reliquie amorose nel cuore e nella testa. Abbiamo già incontrato la discussione sul destino e sulla forza che circonda il suo potere. C’è il destino della brigata, cioè i loro affari nel contado della città, e il senso del destino infinito dei giorni di Boccaccio. Comunque questo giorno ci propone il tema del destino della morte e l’amore sfortunato.

La novella di Neifile parla della storia di Girolamo che ama la Salvestra; Girolamo, costretto da’ prieghi della madre, va a Parigi; torna a trovala sposata; entra di nascoso in casa e muore accanto a Lei; dopo che Lui é portato in una chiesa, e Salvestra muore in cima alla sua bara.

Neifile introduce la novella con il tema che l’amore è più forte delle regole della natura e di un’interferenza di amore. La novella tratta la storia di un ragazzo che ama una ragazza dall’infanzia e farà di tutto di essere con Lei. Lui è un figlio di un mercante ricco che è morto quando lui è nato. Quando sono cresciuti, il loro amore è diventato più forte nel senso che lui non può essere senza di Lei per nemmeno un secondo,. La madre e i tutori gli hanno impedito di vederla e decidono di portare Girolamo a Parigi con il contratto che lui deve lavorare per la sua famiglia per un anno. Comunque sua madre e i guardiani decidono di trovare un marito per Silvestra nella speranza che Girolamo l’avrebbe dimenticata. Dopo due anni, Lui ritorna a Firenze, più innamorato di prima, ed è sconvolto dalla notizia del matrimonio di Salvestra. Lui decide di andare alla casa di Salvestra in incognito dal marito ed entra nel suo letto suo quando lei sta dormendo. Lei urla quando lo trova e dice che non sono più bambini e lei è innamorata del suo marito. Lui prega di porre con lei per riscaldarsi. Allora con il cuore spezzato, Lui muore, perché questo è l’ultimo momento della sua vita di essere con il suo cuore. Lei prova a svegliarlo, ma quando Lei crede che Lui sia morto, il suo marito porta Lui a casa sua.

Al funerale di Girolamo, Salvestra va alla sua tomba e alla vista del suo corpo morto inizia a piangere per compassione per l’uomo che era la sua anima gemella e che lei non ha mai baciato o realizzato il loro destino. Salvestra muore immeritamente con Girolamo sopra la sua tomba e allora i loro corpi possono essere innamorati dopo la morte.

Alla fine di questa novella, sento le stesse emozioni che se loro vissero felici per sempre. In un certo senso, l’amore continua a essere un amore infinito come la morte. In questa relazione, l’amore è sublime, non è un’azione, una cosa bella; invece, è il destino e la morte nello stesso forza. Questa mostra il fascino del gioco linguistico di Boccaccio in cui ogni giorno della brigata abbiamo incontrato vari modi d’amore con una doppia faccia di vite infinite e il destino delle morte.

 

Annunci
Published in: on 23 marzo 2016 at 12:59  Lascia un commento  

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: