Pampinea: Seconda Giornata, Terza Novella

Per il secondo giorno, la regina Filomena stabilisce un tema per le giovane donne e i giovani uomini della brigata: loro devono raccontare novelle che si trattano di persone che, dopo tante sventure a causa della imprevedibilità da fortuna, arrivano ad un finale pieno di felicità. Su questo tema, Pampinea racconta la storia di un certo Alessandro di Firenze, che con grande fortuna diventa il marito della principessa di Inghilterra e salva i suoi zii dalla loro povertà.

La novella di Pampinea è molto lunga. Messer Tebaldo, un uomo valoroso e ricco, lascia la sua ricchezza ai suoi tre figli quando muore. I tre fratelli, Laberto, Tebaldo e Agolante, spendono i loro soldi in modo imprudente e dopo poco tempo devono lasciare a Firenze in miseria. Arrivati a Londra, cominciano a prestare a usura, e in pochi anni si accumulano una grandissima quantità di soldi. Dopo, ognuno torna a Firenze, lasciando ad un giovane nipote, Alessandro, di continuare i loro affari. Quando tornano a Firenze, i tre fratelli spendono senza pensare che la guerra fra il re e il suo figlio in Inghilterra avrà conseguenze per la loro attività usuraia. Alessandro spera che la guerra sia finita fra poco tempo, però la pace non arriva. Dopo alcuni anni, i tre fratelli hanno speso tutto i loro soldi e non possono pagare i loro prestiti. Vengono mandati in prigione, e le loro famiglie sono spinte in povertà. Fino a questo punto, non penso che la fortuna sia stata parte della vita dei tre fratelli. Le loro azioni hanno avuto conseguenze negative, certo, però non vedo la mano di fortuna in questi risultati.

Sapendo bene che la situazione non cambierà, Alessandro decide di tornare a Firenze. In strada, incontra un abate che sta andando a Roma, e Alessandro continua il viaggio con lui e il suo gruppo. Visto che Alessandro era molto bello e piacevole, viene ben ricevuto da tutti e l’abate lo trova molto interessante. Una sera, si fermano in un paesino che non ha tanti alberghi, e succede che Alessandro deve dormire nella stessa camera dell’abate. Alessandro sta per dormire quando l’abate lo invita nel suo letto e Alessandro scopre che l’abate è in realtà una donna. Lei, in modo molto profuso e ben pensato, condivide i suoi sentimenti di ammirazione e chiede a Alessandro se la vuole come sposa. Alessandro quasi subito decide di accettarla, e si sposano quella stessa sera. Questi eventi sono sotto l’influenza della fortuna. Per caso, Alessandro si aggiunge al gruppo dell’abate, e, visto che il gruppo era grande la donna era di una famiglia molto nobile, viene sollevato della sua posizione di povertà.

Però la storia continua. Arrivano a Roma e vanno a parlare con il papa, e quando “l’abate” comincia a parlare, spiega che lei in realtà è la principessa di Inghilterra e che è stato deciso che si deve sposare con il vecchio re di Scozia. Continua a dire che si è già sposata con un uomo di valore ma non nobilità – Alessandro – e chiede il permesso della chiesa. Sapendo che indietro non potevano andare, il papa gli da la benedizione, e dopo un grande matrimonio  la coppia va a Firenze. A Firenze, la donna ristora agli zii di Alessandro alle loro posizioni d’onore, e la coppia prende la strada per Inghilterra. Quando arrivano, i due cavalieri che erano con loro tutto il tempo avevano già convinto al re di accettare il matrimonio e vengono ben ricevuti. Alessandro, con la sua sapienza, diventa una grande risorsa e porta la pace tra il re e suo figlio. Alessandro e la principessa vivono molto bene per tanti anni.  Con l’aiuto di Alessandro, l’Inghilterra acquista la Scozia e Alessandro viene coronato il re. E così  vediamo la storia di un uomo bello e intelligente che dopo anni di povertà diventa il re di Scozia.

In questa storia vediamo come la fortuna possa cambiare la situazione di una persona in diversi modi e a diversi tempi. Più di questo, la storia ci mostra un po’ della personalità della narratrice. Pampinea ha cominciato questo viaggio della brigata, e la sua novella dal primo giorno aveva un messaggio molto forte per le donne della brigata. In questa novella vediamo la storia di un uomo, però anche vediamo la storia di una donna formidabile che cambia il suo destino. Pampinea è indipendente e così sono anche le sue protagoniste femminili.

Annunci
Published in: on 24 febbraio 2016 at 19:24  Lascia un commento  

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: