Neifile, Prima Giornata, Seconda Novella

La novella di Neifile si tratta della storia di Abraham, un ebreo di Parigi chi incontra Gianotto di Civigni e va in corte di Roma per vedere la vita del clero decidere il destino della sua religione.

Questa novella racconta i sentimenti di Neifile dopo la storia di Panfilo chi ha consultato le donne che il Dio risparmia i loro errori con l’amore infallibile. Comunque, Neifile, la bella, la giovinezza, vuole mostrare il suo potere di essere una guida di storia e giustificante i loro peccati.

La novella inizia con una storia di un gran mercantate e buon uomo a Parigi fu chiamato Gianotto di Civigni, un lavatore di gran traffico d’opera di drapperia. Lui s’incontra Abraham, un ebreo di Parigi, e il quali similmente mercantate di Gianotto chi era un ricchissimo uomo con una religione molto povero e quasi finito. Gianotto e Abraham hanno creato un’amicizia perché sono uomini di fede e lealtà. Gianotto parla della verità cristiana e come si può prosperare e ispirare per una grande vita. Gianotto parla del potere dello Spirito Santa e continua a parlare con Abraham circa la necessità di una sua convergenza. Abraham ha deciso di rimanere un ebreo meno che non può vedere l’esperienza della presenza di Dio. Lui va in corte di Roma contra il parere di Gianotto perché Lui sapeva la vita caotica del clero e alla maniera degli uomini sotto il Papa. Pero, Lui dice che il viaggio pericoloso nelle montagne e il mare non sono giusto per il corso al Dio e invece Lui deve battezzare e continua una vita sotto l’amore del dio. A cui Abraham rispose: “io mi credo Giannotto, che cosi sia come tu mi favelli, ma recandoti le molte parole in una, io son del tutto, se tu vuogli che io faccio quello di che tu m’hai cotanto pregato disposto a andarvi e altramenti mai non ne faró nulla.”

Ho interpretato questo momento come un segnale della differenza principale del Cristianesimo e l’Ebraismo. Questo e perché per Abraham, lui vuole vedere, credere, ed essere nella presenza dei miracoli. In oltre, Gianotto non vive nella presente di Cristianesimo, come in corte di Roma con i peccati e una vita grassa e pieno di mecenati avidi.

A Roma, Abraham incontra gli uomini dei peccati. I membri del clero sono golosi e lavorare e vendere per i soldi di continuare la vita di peccati. Non ci sono attività divine o una vita di devozione a Dio. A questo momento, Abraham torna a Parigi per trovare Gianotto, dove i due uomini hanno celebrato e Abraham dice la sua decisione per convergenza a Cristianismo. Lui dice che dai suoi occhi vide i peccati in realtà e l’omissione della virtù di Dio, comunque la religione continua di essere chiara e luminoso e continua a crescere.

Voglio capire di può l’importanza di questo momento perché non ho capito perché la decisione di convergenza è in ultima analisi, così facile. Alla fine, Abraham è un uomo di santa vita dopo il viaggio dei peccati a Roma.

 

 

Annunci
Published in: on 11 febbraio 2016 at 15:48  Lascia un commento  

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: